grazie a SOGNI SU CARTA per l'immagine
Il blog è aperto a tutti, scrivete anche voi la vostra storia!!!

basta inviare una mail a [email protected]
oppure compilare il modulo di contatto per poter diventare autori

gruppo FB!!!!!!!!!!

a disposizione il gruppo FACEBOOK per consigli sui temi da trattare nelle rubriche e per condividere esperienze chiedete di essere aggiunte!!!! https://www.facebook.com/groups/783651041653544/

martedì 8 ottobre 2013

TIPS AND TRICKS PER IL BUCATO




Di solito il bucato perfetto, quello senza macchie, morbido, profumato e di un bianco impeccabile....ecco quel bucato lì, esce solo dalle lavatrici delle Nonne.
Non si sa il perché, non se ne conosce la ragione, ma è così da sempre, direi da secoli ormai!

E così spesso, davanti a una macchina ostinata o a capo delicato e pregiato, si corre ai ripari con una chiamata d'emergenza al numero che, tra le ultime chiamate effettuate, è sempre al top: NONNI CASA!

Ma ci deve pur essere il manuale per un bucato perfetto...o no?

Proviamo intanto a vedere le prime regole basic per non fare pasticci con la lavatrice e fare lavaggi intelligenti.

- svuotiamo le tasche
I nemici più temuti sono i fazzoletti di carta. Ne basta uno in lavatrice e il risultato sarà un bucato (che di solito è quello di capi neri o blu) con motivo a "coriandolo". Quindi assicuriamoci sempre di aver tolto tutto, ma proprio tutto, dalle tasche: caramelle, monete, mollette, sassi, graffette, piccole matitine, bancomat, palline di plastilina, etc etc.

- salviamo il salvabile
Chiudete cerniere e fibbie. Lavate i capi scuri al rovescio per evitare che perdano il colore o che si formino delle brutte striature. Lavate i capi delicati come i reggiseni dentro agli apposito sacchetti a rete che troverete anche al mercato a 1 euro oppure dentro a una federa di cuscino che si chiude. Idem per i calzini che solitamente finiscono dentro alla guarnizione dell'oblo' se non direttamente dentro al filtro....

- no al bucato arcobaleno
l'ideale è dividere il bucato per colore. Quello scuro, quello colorato e poi il bianco e i colori chiari.

- non esagerate con il carico
a me personalmente è capitato di sentire la mia lavatrice da 8 kg invocare aiuto per un carico eccessivo. Me ne sono resa conto solo quando ho steso il bucato e non mi sono bastati i due stendini...

- andiamoci piano con il detersivo
che siano bio, che siano eco, che siano economici o meno, limitiamo l'uso di detersivi e ammorbidenti. Ne trarranno vantaggio le nostre tasche e soprattutto la nostra pelle.

- occhio agli gnomi
controllate che la vostra lavatrice abbia l'opzione "blocco anti-intrusione gnomo curioso". Pietro, il mio secondo genito, ha provato a cambiare il programma della lavatrice nel bel mezzo di un risciacquo. A un programma per delicati ha preferito un bel lavaggio a 90° da 3 ore e 25...Per fortuna me ne sono accorta in tempo.

- igiene e manutenzione
periodicamente facciamo un lavaggio a 90° con tre bicchieri di aceto. Controlliamo spesso il filtro e la guarnizione di gomma dell'oblò dove si depositano spesso residui di sporco e detersivo. Quando partiamo per le vacanze asciughiamo bene il cestello, la guarnizione e lasciamo l'oblò aperto per evitare che dentro si creino umidità e cattivo odore.

Detto questo fare il bucato potrebbe sembrare un gioco da ragazzi.
E NOOOOO....LO SAPPIAMO TUTTI CHE NON E' COSI'.
Perché dobbiamo prima capire cosa vogliono dirci le etichette dei nostri preziosi maglioni, dei capi sportivi fatti di fibre tecniche la cui composizione è nota solo agli stilisti della NASA e capire anche come lavare i calzini e i boxer del marito senza cuocere l'elastico fino a renderlo molle e cedevole.

E allora passiamo all'ultima parte dell' ABC della lavatrice:

LAVAGGIO

il numero riportato nella vaschetta indica la temperatura dell’acqua della lavatrice



Se non è possibile il lavaggio in acqua troveremo il cerchietto del lavaggio a secco ovvero dovremo portare il nostro capo in tintoria.
All'interno del cerchietto sarà possibile trovare delle lettere che indicano quale tipo di solvente è possibile usare per il suddetto lavaggio.





I prossimi simboli stanno ad indicare la possibilità o meno di usare la candeggina.


Per esperienza raccomando di non usare mai la candeggina pura ma di diluirla con acqua e di tamponare la macchia con un batuffolo di cotone.

ASCIUGATURA

Ecco altre indicazioni preziose anche sull'asciugatura



Io personalmente ho una lavasciuga e mi capita spesso di usare l'asciugatrice in un modo decisamente alternativo: ovvero faccio il mio bel ciclo di lavaggio, imposto una centrifuga di 600/800 giri. Finito il ciclo faccio andare l'asciugatrice per max 30 minuti. In questo modo i panni che andrò IMMEDIATAMENTE  a stendere saranno caldi ma ovviamente ancora un po' umidi ma basterà sbatterli energicamente e stenderli come si deve per ottenere un bucato che si asciugherà abbastanza in fretta e che stireremo senza troppa fatica (se lo vogliamo proprio stirare...altrimenti pieghiamo per bene e mettiamo nei cassetti al più presto prima che qualcuno provi a farci venire i sensi di colpa!!!)

STIRATURA

Per finire le ultime indicazioni per una perfetta stiratura...




E con questo è tutto.
Spero di esservi stata d'aiuto, ma se non fosse così potete sempre giocare la carta lavanderia o chiamare la Nonna che non dice mai di no! :-)


Alla prossima settimana!!!


Serena

versione stampabile PDF





10 commenti:

  1. red.8 ottobre 2013 09:22

    Molto interessante, soprattutto il lavaggio periodico a 90° con l'aceto...mai fatto ma provvederò al più presto!! Grazie Serena :)

    RispondiElimina
  2. Anonimo8 ottobre 2013 10:16

    Oh Nonna Papera.. quanto mi piaci e servi già!! Mettiamo pure che io faccio praticamente TUTTO in lavatrice a 30° e mai di più e sempre con il solito programma (a meno che non si tratti di maglioni di lana a 0°).. i miei disastri di tanto in tanto ci sono, eccome (leggasi fazzoletto di carta e/o miscellanea di colori causa homo che butta senza scrupolo le cose nel cestelo).. ma più che altro: HELP ASCIUGATRICE!! io i simboli non li capisco e non li voglio, son praticamente sempre no asciugatrice a quanto pare. Tu che hai una lavasciuga: fai manutenzione in tal senso??
    grazie!! Ci

    RispondiElimina
  3. Geng8 ottobre 2013 10:22

    Neanch'io ho mai fatto il lavaggio di pulizia, provvederò...utilissimi vari simboli, così le etichette non avranno più segreti...:-)

    RispondiElimina
  4. Vorreiesseremamma8 ottobre 2013 10:29

    Tutta la mia stima Serena... Ma, se invece di chiamare nonna, chiamo Nonna Papera?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo8 ottobre 2013 10:55

      ottima idea!!
      Ci

      Elimina
    2. Rispondi
  5. Moky8 ottobre 2013 11:09

    io dimentico sempre di svuotare le tasche, sempre...nn ti dico che fine fanno i fazzoletti di carta!!!!
    Io vorrei un bucato super profumato....consigli???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo8 ottobre 2013 15:54

      Ecco, esattamente: solo quello di mia nonna ha un profumo stupendissimo sempre. Ho provato stesso detersivo e stesso ammorbidente.. ma nada :(
      Ci

      Elimina
    2. Rispondi
  6. Anonimo9 ottobre 2013 09:01

    ma com'è che le monodosi si sciolgono completamente solo d'estate? :(

    RispondiElimina
  7. mammaserena9 ottobre 2013 23:01

    Ciao a tutte,
    intanto vi ringrazio per le visite e per i commenti che avete lasciato!
    Vi anticipo che, per alcune delle domande che avete fatto, ho già pronto un post con dei rimedi da consigliarvi.
    Cercherò di programmare al più presto quello in cui vi racconterò come fare ad avere un bel bucato profumato...
    Intanto STAY TUNED e .... munitevi di olii essenziali ;-)

    RispondiElimina
  8. Samantha Ida Waters18 ottobre 2013 15:31

    Mi spieghi il mistero delle muffe (?) nel cassetto del detersivo? Perchè si formano? E come le ammazzo? Lavo e rilavo ma niente da fare, si riformano sempre

    RispondiElimina
Aggiungi commento
Carica altro...

Post più recente Post più vecchio Home page

Potrebbe interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...